viernes, 21 de mayo de 2010

Latte Buglione----o un experimento de dulce de leche



Hace muchos muchos años..., 39 para decir toda la verdad,  mi papa' me regalo' un libro: il Manuale di Nonna Papera. Era un libro de cocina para niños con los personajes de Disney dibujados y las recetas se desarrollan a largo de la historia occidental asociadas a personajes o eventos con mucha ironía y fantasía
Nonna Papera es la tia/abuela, o no se que,  de Paperino, o sea Pato Donald. La abuelita en cuestión vivía en una granja con un nieto dormilón y preparaba fabulosos pasteles, era una no global ante literam en contraste con zio Paperone, o sea Sgrooge.
Sabrine, una foodblogger italiana lanzó la idea de recuperar las recetas de este libro y  creo que ha conmovido toda una generación, por lo que me refiere me trajo recuerdos nostálgicos...por lo tanto esta entrada va a ser un medio tango...
El libro me llego' después de una pelea con mi hermanita que con la inteligencia y vivacidad de los niños pequeños tenia dos palabras fundamentales: no y mio.  Mi papá,  para que dejara de pelear por un juguetito me dijo: "déjaselo,  te regalo el Manuale de Nonna Papera". 
Mi respuesta fue desafiante: no te creo. 
El día después mi papa' llego con el libro y la demostración que podía contar en su palabra, siempre. 
Y así es aun hoy.....
Años después,  en una tarde  de verano con mi joven tío decidimos que era tiempo de cocinar, agarramos el famoso Manuale y elegimos hacer el Latte (leche)  Buglione. Buglione era un condotiero del tiempo de las cruzadas, y según  Nonna Papera recuperaba la fuerza con un....dulce de leche....



La cocción del dulce, por supuesto,  fue larga pero pasamos una tarde de mimos, cuentos, risas que recordare'  toda la vida, y despues de muchos años,  el día que probamos el dulce de leche dijimos: pero es il latte Buglione !!
Y al final de esta historia,  después de mucho vagar por el mundo y de muchas cosas hechas y deshechas,  donde termino con el compañero de mi vida?  En la Argentina patria del dulce de leche, alias latte Buglione !



Ingredientes:

1 litro de leche,
1/2  kilo de azúcar

Como se hace:
Poner el azúcar y la leche en una olla grande y dejar hervir lentamente mezclando. 
Bajar el fuego y cocinar por lo menos dos horas sin tapa revolviendo cuando sube la leche.
Debe resultar de color caramelo y denso, como un dulce...no tiene que deslizarse si se pone sobre un platito. 
Dejar enfriar y ponerlo en potes cerrados herméticamente.

NB: 
Una versión mas completa prevee que se agregue una cucharadita de bicarbonato y una de esencia de vainilla o una pequeña chaucha de vainilla. 
Hay también unos secretitos si se quiere: 
agregar una cucharada de miel (le da mas color),
poner una bolitas de vidrio (esta con la que juegan los niños) para que no se pegue mucho,
en alguna recetas la cantidad de azucar es inferior (250- 300 gr por litro de leche), a mi me gusta mucho mas con la proporción de Nonna Papera.....


LATTE BUGLIONE O UN ESPERIMENTO DI DULCE DE LECHE




Molti molti anni fa, 39 per l'esattezza, mio padre mi regalo' un libro:  il Manuale di Nonna Papera. 
Era un libro di cucina per bambini con i personaggi  Disney disegnati e le ricette si sviluppavano lungo la storia occidentale associati a personaggi o eventi con molta fantasia e ironia. 
Nonna Papera preparava favolose torte,  viveva in una fattoria  ed era una no global ante literam,  in contrasto con con zio Paperone.
Sabrine, ha lanciato l'idea di recuperare le ricette del  libro e credo che abbia commosso una  generazione e per quanto mi riguarda mi ha generato ricordi nostarlgici , per cui questo post sara' un po' un tango..
Il libro mi e' attivato dopo un litigio con la mia sorellina che con l'intelligenza e la vivacita' dei bimbi piccoli aveva nel suo vocabolario due sole parole fondamentali:  no mio. 
Mio padre affinche' smettessi di litigare per un giochetto mi disse: "Lasciaglielo,  che a te regalo il  Manuale de Nonna Papera". 
La mia fu una sfida: non ti credo.  
Il giorno dopo mio padre arrivo' con il libro  e la dimostrazione che potevo contare sulla sua parola, sempre.  Ed e' cosi' anche oggi...
Anni dopo, in un pomereggio d'estate con il mio giovane zio decidemmo che era tempo di cucinare, prendemmo preso il famoso Manuale e scegliemmo di fare il Latte  Buglione. Buglione era un condottiero dei tempi delle crociate e secondo Nonna Papera recuperava la forza con una marmellata di latte..ossia il dulce de leche.



La cottura della marmellata, ovviamente, fu lunga ma passammo un pomeriggio di coccole, racconti, risate che ricordero' per tutta la vita e dopo tanti anni , il giorno che abbiamo provato il  dulce de leche ci siamo detti: ma é il latte Buglione !!
E alla fine di questa storia, dopo molto vagare per il mondo e dopo tante cose fatte e disfatte, dove finisco con il compagno della mia vita? In Argentina, la patria del dulce de leche, alias latte Buglione !!






Ingredienti:

1 litro di latte,
1/2  kilo di zucchero

Come si fa:

Metter lo zucchero e il latte in una casseruola abbastanza grande e portare lentamente a ebollizione mescolando. Abbassare il fuoco e cucinare almeno 2 ore senza coperchio mescolando quando la preparazione sale.
Deve risultare color caramello e densa, come una marmellata...non  deve scivolare se si mette su un piattino e lo si inclina. 
Lasciare raffreddare e metterlo in vasetti chiusi ermeticamente.  

NB: 
Una versione piu' completa prevede che si aggiungano un cucchiaino di bicarbonato e uno di essenza di vaniglia o una piccola stecca di  vaniglia, da togliere cuando il latte bolle.
Ci sono anche altri piccoli segreti se si vuole:
Aggiungere un cucchiaino di miele (gli da piu' colore)
Mettere delle biglie di vetro nella casseruola cosi' la preparazione non si attacca tanto (sembra ridicolo ma é confermato, me lo hanno detto in molti).
In qualche ricetta di dulce de leche la quantitá di  zucchero e' inferiore (250- 300 gr per litro di latte), a me la porzione zuccherosa di Nonna Papera piace....

21 comentarios:

alessandra dijo...

Mia mamma è Argentina è nata a San juan, mia sorella a Tigre e mio padre è vissuto lì 12 anni prima di tornare in Italia, io sono Italiana per questo, ma sono divisa fra due mondi. Mia mamma non sa ancora parlare correttamente l'italiano dopo 46 anni, quando io sono andata all'asilo parlavo Castigliano. Sentire parlare certa gente di extracomunitari mi fa ridere, io non so qual'è la mia patria e per molti versi sono più argentina che italiana. Tutto questo per dirti che il dulce de leche per me è legato alla mia infanzia, una di uelle cose golose che desideravo come fossi un'argentina probabilmente, anche perchè qui non è moltissimi anni che si trova in commercio e poterlo avere anni fa era una fortuna. Il titolo di questo post mi ha dato una forte emozione.
Baci Alessandra

Simonetta Nepi dijo...

Cara Alessandra, anche tu fai parte del club degli eroi dei 2 mondi...ma e' cosi' un po' divisi a meta' e un po' arricchiti dalle 2 culture...Un abbraccio

Simonetta Nepi dijo...

Grazie Alessandrea, fai parte anche tu del club degli eroi dei due mondi !! Altroche' i confini li mettiamo solo noi...Un abbraccio

arabafelice dijo...

Il dulce de leche...certo fanno ridere certe coincidenze della vita, ne so qualcosa anche io ;-)
Un bacione!

Glu.fri cosas varias sin gluten dijo...

@stefania....e si fimire tra le dune...se non altro scelta originale. Baci

Pikerita dijo...

Me ha encantado el libro y tu pots!!!

nitte dijo...

Veramente il dulce de leche è da delirio se inizi ad affondarci il cucchiaino non smetti pìù di mangiarlo.Ciao!!

Ciboulette dijo...

saiche il tuo piccolo racconto mi ha messo la pelle d'oca?? E' un paicere conoscerti, poi con il dulce de leche, che ho in lista giusto da quella quindicina di anni :)

Ciao, a presto!

La Gaia Celiaca dijo...

questo post mi ha fatto venire i lucciconi...

è bellissimo

a volte a parlar di pentole e fornelli si riescono a dire cose delle quali non sarebbe facile parlare altrimenti

grazie!

Caminarsingluten dijo...

Nos ha gustado mucho tu post, la manera de introducirnos en este libro, que desconocíamos y en la idea de volver a publicar sus receta.

Y para los golosones de la casa, nos ha gustado mucho la receta.

Besotes,

Ana y Víctor.

Glu.fri cosas varias sin gluten dijo...

@nitte: e' cosi',un antidepressivo fantastico...!
@ciboullette: grazie per essere venuta a visitarmi...e se inizi con il dulce de leche non smetti piu', come dice nitte
@grazie a teGaia, per la tua sensibilita'che si vede anche nei tuoi racconti
@Victor y Ana, gracis de corazon y buen dulce de leche

catobleppa dijo...

Bellissimo! Non pensavo che il dulce de leche fosse così semplice da fare... alla fine ci vuole solo un po' di tempo e pazienza. Proverò ;)
p.s. mi hai fatto sorridere: anche mia sorella da piccola conosceva solo le parole no, mio e accessoriamente "dammelo"

Edda dijo...

Mi piace questo tango emozionante, i ricordi di Nonna papera e la ricetta slow :-) Grazie voglio provare anch'io a partire dal latte e magari sognare l'Argentina ;-)

Glu.fri cosas varias sin gluten dijo...

@catoplebba: ...si non e' difficile, ma ci vuole tanta, tanta pazienza...
@Edda: grazie e se vuoi sapeere qualcosa un piu' di questo paese, sono qui...

sabrine d'aubergine dijo...

Mia cara,
il tuo bellissimo tango-post mi conferma che neppure un Oceano riesce a dividere questo nostro pianeta in due mondi, se ci sono i ricordi e le emozioni a fare da collante...
La tua è una storia in cui "tutto si tiene": i bisticci con la sorella minore (ne so qualcosa anch'io...), le promesse mai disattese di un padre, lo zio sbarazzino, e quella ricetta divertente ripresa ad anni di distanza per chiudere il cerchio sull'onda di un amore. Il tutto intorno a un libro per bambini che anche a te ha toccato il cuore...
Cosa potrei chiedere di più, per questa raccolta?
Davvero mi hai lasciata senza parole... anzi con una sola: grazie!

Sabrine

Nadji dijo...

J'adore la confiture de lait.
Je note ta version.
Bonne semaine.

Glu.fri cosas varias sin gluten dijo...

@ Sabrine: grazie, mi hai commosso...
@ Nadji: merci, mon francais est terrible mais te remeci...

Nanninanni dijo...

Il trucco delle biglie di vetro forse è più da manuale delle Giovani Marmotte ;-)
Bel post il tuo, pieno di dolcezza e di buoni sentimenti, di quelli veri.
Ciao!

P.S.: A Firenze il Buglione è una specie di frittata con zucchine pomodoro e basilico!

Stefania dijo...

...dolcissimo post

Glu.fri cosas varias sin gluten dijo...

@ Nanni: si anche a me sembra una roba da giovane marmotte ma me lo hanno detto degli argentini doc...Grazie per essere passato da me !
@Stefi grazie...lo sai che Nonna Papera e' patrimonio di famiglia !! baci

Trattoria da Martina dijo...

Io non avevo il manuale di nonna papera, ma avevo quelle delle giovani marmotte!! Il duklche de leche fatto così, l'avevo mprovato anche io...Buonissimo...;)

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails

ShareThis