viernes, 11 de marzo de 2011

Risi e bisi


versione italiana in basso

No es una formula mágica.
Pero casi.
Y será que es época de carnaval y me recuerda las mascaras del carnaval de Venecia, pero sigo con otra receta veneta.
Risi e Bisi significa arroz y arvejas (guisantes) en dialecto veneto y es una receta de la tradición esta región italiana, que se desarrolló en las islas de la laguna veneta.
Es un plato que no es un risotto y no es una sopa y es un festival de la primavera ya que el ingrediente principal son las arvejas (guisantes), muy frescos, recién germinados.
Es un plato che se come en todo la región y que en Venecia se cocina casi exclusivamente el 25 de abril, día de San Marco, y los dogos lo saboreaban públicamente y solemnemente como auspicio de prosperidad para la Repubblica Serenissima (que no es una marca de lácteos......).
Como en todos los casos de platos tradicionales hay varia versiones.
En una se utilizan también las vainas tiernas de los guisantes che se hierven, se procesan y se agregan al caldo de cocción del arroz.
Hay otras recetas donde este ingrediente no está, yo,  por supuesto, como en este lado del mundo estamos despidiendo el verano, no encontré arvejas con vainas tan tiernas, por lo tanto hice la receta sin estas.

Ingredientes:

  • 300 gr de arroz para risotto (debería ser un vialone nano veronese, o sea un arroz veneto...)
  • 500 gr arvejas (guisantes) 
  • 1 lt de caldo de verdura (pueden utilizar también esto agregando las vainas de los guisantes en el agua de cocción)
  • 50 gr de panceta (*)
  • 50 de manteca
  • 1/2 cebolla
  • unos ramitos de perejil
  • grana padano (queso rallado)

(*) apto para celiacos

Picar la cebolla y la panceta y el perejil.
En una cacerola rehogar la cebolla con la panceta con 30 gr de manteca. Cuando la cebolla esté dorada agregar los guisantes y la mitad del perejil. Cubrir con el caldo hirviendo y cocinar por 10 minutos.
Agregar el resto del caldo y cuando rompe a hervor verter el arroz mezclando de vez en cuando hasta que esté cocido al dente (que no quiere decir crudo, al dente es ni crudo ni pasado, el grano debe quedar firme y tierno a la vez, fijense en el tiempo de coccion que sugiere la caja del arroz).
Si necesario agregar mas caldo, es un arroz caldoso,pero sin exeso de liquido, un risotto muy muy cremoso.
Al final agregar la manteca, el queso rallado y el perejil. Y servir inmediatamente.....



RISI  E BISI



Non è una formula magica.
Ma quasi.
Ed è tempo di carnevale e mi ricorda le maschere  di Venezia, quindi ecco un'altra ricetta veneta.
Quello che segue per molti italiani sará arci conosciuto, ma é la traduzione letterale dallo spagnolo e da queste parti se dici che gli fai risi e bisi ti guardano pensando che forse stai dicendo in inglese che non gli darai nulla da mangiare perché sei molto molto occupata....busy busy....Risi non si sa che é forse stai ridendo perché sei molto occupata e questa sera, tié delivery....

Risi e Bisi: riso e piselli, un piatto che non è un risotto e non una minestra, di sicuro é  una festa di primavera dato che l'ingrediente principale sono i  piselli, freschissimo, nuovi, appena germogliati.
E' un piatto consumato in tutta la regione, e a Venezia si prepara quasi esclusivamente il 25 aprile, giorno di San Marco, e i dogi lo assaporavano pubblicamente e solennemente, come augurio di prosperità per la Serenissima Repubblica (che non è una marca  di latticini ,si si da queste parti c´e´ una marca di latticini che si chiama La Serenissima..che il signore fondatore abbia origine venete ?)
Come in tutti i casi di piatti tradizionali ci sono varie versioni.
In alcune ricette sono utilizzati anche i baccelli lessati, frullati e aggiunti al brodo di cottura del riso.
Ci sono altre ricette dove questo ingrediente non é previsto. 
E siccome da questa parte del mondo stanno dicendo addio all'estate, non ho trovato piselli con baccelli teneri e quindi ho ovviato. 

Ingredienti:
  • 300 g di riso, risotto (dovrebbe essere un Vialone Nano Veronese, trovandolo  ...) 
  • 500 gr di piselli  
  • 1 litro di brodo vegetale (é anche possibile utilizzare questo, se si vuole aggiungendo i baccelli nell'acqua di cottura) 
  • 50 g di pancetta (*) 
  • 50 di burro 
  • 1 / 2 cipolla 
  • alcuni rametti di prezzemolo 
  • Grana Padano (formaggio) 

(*) Gluten free, consultare il prontuario AIC

Tritare la cipolla e la pancetta e prezzemolo.
In una casseruola soffriggere la cipolla e la pancetta, con burro 30 gr. Quando la cipolla è dorata aggiungere i piselli e la metà del prezzemolo. Coprite con brodo bollente e cuocere per 10 minuti.
Aggiungere il brodo rimanente  quando bolle e versare il riso mescolando di tanto in tanto fino a che sia cotto.
Se necessario aggiungete altro brodo, deve risultare molto molto morbido.
Infine mantercare con il burro, aggiungere il formaggio grattugiato e prezzemolo rimasto. 
E servire subito .....

Con questa ricetta partecipo al contest di about food

about food




17 comentarios:

Federica dijo...

W la primavera perchè è proprio aria di primavera che respiro con questo piatto, pensando ai pisellini freschi teneri teneri. Un baciotto, buon fine settimana

Sonia dijo...

pur veloce e semplice questa ricetta è davvero ottima! brava Simonetta :))
ciao :XX

astrofiammante dijo...

io con il riso ho l'imbarazzo della scelta ^______^ l'ho mangiato proprio oggi con piselli surgelati, anche se semplice per me è buono buono!!
il riso ti ha portato da queste parti, benvenuta;-))

L'acqua 'dorosa dijo...

Ciao è un po' che non passo... e guarda qua: c'è già la primavera in tavola. Volevo segnalarti questa iniziativa gluten free italiana, forse la conosci.
http://www.aiclazio.it/attivita-e-notizie/archivio/notizie/in-cucina-senza-glutine-con-lo-chef

Buon fine settimana

Max dijo...

Come darti torto!!! Un piatto fresco leggero e dal dolce profumo di primavera... Buon we.

I VIAGGI DEL GOLOSO dijo...

una bella ricettina ...
Besos dai viaggiatori golosi ...

Italiansalaatti dijo...

Che buona questa ricetta, va bene come piatto unico! Io preparo spesso del riso "che non è nè un risotto nè una minestra" - ad esempio riso con piselli e prosciutto cotto e le uova (come il riso cantonese). Questa versione sembra molto buona, devo provarla!! :)

Pikerita dijo...

que rico Glufri. Y el nombre de la receta en italiano resulta muy simpático.
Besotes.

Gio dijo...

risi e bisi sono ottimi!
ricetta semplice ma molto buona, adoro i piselli!
buon we simonetta!

Glu.fri cosas varias sin gluten dijo...

@Federica: E che bella ventata di primavera il tuo entusiasmo !!

@Sonia: per me semplicitá e velocitá sono qualitá fondamentali. Non sempre si ha il tempo di stare a lungo in cucina e la celiachia un po' complicale cose. E la tradizione ci da tanti spunti. Baciii

@atrofiammante: eh eh dalle tue parti il riso é una delizia....grazie dell'ospitalitá !!

@Carla: grazie, bellissima l'iniziativa...!! Un abbraccio da quaggiú, quasi in autunno..

@Max: e grazie..semplice e efficace, gli stranieri ci scrivono grandi libri sulla cucina semplice e piena di sapore della tradizione italia...

@Golosi: e´un classico...ma poi lo trovate in pompa magna su molti libri di autori stranieri dedicati alla cucina italiana...Un abbraccio

@Italiansalaatti: é una ricetta veneta tradizionalissima, ma la tua versione fusion...mi incuriosisce assai, assai...

@Pikerita: si vas a Venezia un 25 de abril vas a comer risi e bisi...si es comico el nombre..

@Gio: come dicevo ad altri, se poi ce lo ristroviamo in un libro di qualche autore straniero patinato lo riscopriamo. Questa ricetta ti riempie di primavera, con semplicitá e saggezza antica. Baci

fantasie dijo...

Meno male che invece noi ci avviamo verso la primavera... mi hai fatto venire una voglia!!!
Baci da quassù! ;)

dolcipensieri dijo...

i piselli hanno quell'aria che fa subito primavera... una ricetta italiana ad hoc, bravissima!

lucy dijo...

assolutamente un piatto colorato e che sa di primavera!assolutamente buonissimo e poi da noi il riso la fa da padrone!

Ambra dijo...

Che forte!!!Mia mamma me lo faceva spesso da piccina...grazie per questo ricordo!!!Baciotto!

mondraker dijo...

me encanta el nombre del plato, y por la foto que has puesto, creo que tambien me encantaria el arroz.

Cleare dijo...

risi e bisi.. una ricetta che mi ricorda l'infanzia e la mia Nonna. io lo amo!!

Blueberry dijo...

risi e bisi è un classico che non finirà mai di stufarmi...così semplice ma così buono!!!

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails

ShareThis