martes, 31 de enero de 2012

La zuppa che voleva essere dessert/ La sopa que queria ser postre



Nell'emisfero nord pare faccia un freddo polare, urla il vento e infuria la bufera.
Di rosse primavere e di soli dell'avvenire purtroppo neanche l'ombra.
E allora ci si consola con le zuppe. O tempora o mores...
Noi qui al sud il sole dell'avvenire ce lo siamo lasciato alle spalle, anche qui le rosse primavere non ci sono piú e resta la voglia di zuppa.
Allora ecco qui una zuppa che voleva essere dessert. Quando l'ho vista ho pensato subito a Stefania e al suo contest delle zuppe, quelle vere, dense, saporite.
La zuppa in questione é stata proposta da uno chef, Olivier Falchi nel El gourmet pubblicato in Argentina, patinatissima rivista gastronomica, figlia di un omonimo canale televisivo in cui si impara a cucinare con veri chef 24 ore su 24.
Lo chef in questione é Olivier Falchi, chef esecutivo dell'Hotel Sofitel Buenos Aires Arroyo. Suona bene?
La zuppa é che dire......un frullatone ?? Ma é densa, spessa, corposa.
E vuole fare il dessert.

Ingredienti
  • 6 banane
  • 70 gr di zucchero
  • 250 gr di panna semi montata (ossia densa ma non spumosa)
  • 1 cucchiaio di semi di cumino
  • Il succo di 1 limone
  • Il succo di 1/2 lime (questo l'ho aggiunto io)
  • Una manciata di coriandolo
  • Pepe (questo l'ho aggiunto io)

Avete bisogno di:
Un tagliere, un coltello, un mixer, una spatola, una ciotola.

Pelare e tagliare a dadini le banane.
Frullarle in un mixer, aggiungere il succo di limone e lo zucchero e continuare a frullare.
Aggiungere una spolverata di pepe
Integrare la panna con movimenti avvolgenti dal basso verso l'alto.
Mettere in frigo per almeno 3/4 ore.
Frullarla ancora e poi Servirla decorando con il coriandolo e i semi di cumino.

Stefania che dici...va bene per il contest ?..Fai quello vuoi di lei.....in contest, extra contest....

Intanto consiglio che vi andiate a vedere le zuppe,  quelle che vogliono fare il primo o il piatto unico del contest (St)renne..sono tutte qui..

Contest delle (st)Renne Gluten free 


SOPA DE BANANA Y ESPECIAS DE OLIVIER FALCHI

En el hemisferio norte parece que está haciendo un frío polar, el viento aúlla y enfuria la tormenta.
De rojas primaveras y soles de porvenir, lamentablemente, ni siquiera la sombra.
Y luego uno se consuela con las sopas. O tempora o mores....
Nosotros aquí en el sur el sol del porvenir lo hemos dejado a nuestras espaldas,y aquí tambien no hay mas rojas primaveras y queda el deseo de sopa.
Así que aquí hay una sopa que ser un postre.
Cuando lo vi pensé inmediatamente en Stephania y a su contest de sopa, de las de antes, de verdad, densas, sabrosas, sustanciosas.
La sopa en cuestión ha sido propuesto por un chef, Olivier Falchi en la revista El Gourmet publicada en Argentina, sofistida revista de gastronomia, hija de un canal de televisión en el que se aprende a cocinar con chefs verdaderos 24 horas sobre 24.
El chef en cuestión es Olivier Falchi, chef ejecutivo del Hotel Sofitel Buenos Aires Arroyo.¿Suena bien?
La sopa es ...... ¿un super licuado? Sin embargo, es densa, espesa y densa.
Y quiere ser un postre.

Ingredientes
  • 6 plátanos/bananas
  • 70 gramos de azúcar
  • 250 g de crema de leche semi montada (es decir, densa pero no espumoso)
  • 1 cucharada de semillas de comino
  • El jugo de 1 limón
  • Jugo de 1 / 2 lima (esto lo he agregado)
  • Un puñado de cilantro
  • Pimienta negra ( esto lo he agregado )
Necesitaran:
Una tabla para cortar, un cuchillo, una batidora, una espátula, un bol

Pelar y cortar los plátanos.
Hacer un puré en la batidora, agregar el jugo de limón y el azúcar y contuar licuando.
Añadir una pizca de pimienta
Integrar de la crema con movimientos envolventes de abajo hacia arriba.
Refrigerar por lo menos 3 / 4 horas.
Servir adornado con el cilantro y el comino.

Mientras tanto vayan a ver otras sopas de verdad...aqui

Contest delle (st)Renne Gluten free 





12 comentarios:

Francesca dijo...

Che "roba" bella...non ho capito se si mangia come primo o come dessert ma va bene lo stesso:segno!!!!

Mila dijo...

Concordo: anche per me è molto bella ed invitante, ma non ho capito se si fa mangiare come dolce o altro! Comunque si mangia!

arabafelice dijo...

Esattamente il genere di piatto che mi fa impazzire :-)

La Gaia Celiaca dijo...

tu sì che sei chic, mica come me che al contest di stefania ho proposto un banalissimo minestrone!
questo dessert-zuppa è una meraviglia, comunque.

sul sol dell'avvenire stendiamo un velo pietoso che è meglio...

fantasie dijo...

Addirittura una zuppa dolce! Standing ovation alla tua iniziativa e allo chef che l'ha inventata! :***

Stefania dijo...

Una zupp dolce! fantastico! E con questo mi sa che ti sei assicurato il titolo per un altro mese!

Mai dijo...

Viva el sud! Esta es tan buoena como facil de hacer! Creo che sales el ranking...!

besitos

Glu.fri cosas varias sin gluten dijo...

@Francesca: guarda non l'ho capito nemmeno io, lui la propone come primo.....per me é un dolce...baci

@Mila: dolce direi, come dicevo a Francesca

@Stefania: direi che é un dessert furbo..

@Gaia: non ci restano che le zuppe...a me il minestrone sembra un piatto raffinatissimo...e poi ha una chiara vocazione da primo...

@Stefania: ..mo glielo dico..allo chef...Bacioni

@Stefania: e magari !! Mica voglio perdere le corna !!

@Mai: facil..es casi tonta!!..si no me pongo las pilas con recetas serias me parece que me echan del mundo food..pero esta es de un chef oh..Besos

Max dijo...

Mi piace molto, la trovo davvero deliziosa e soprattutto per me è un mix di novità...baci baci.

Loredana dijo...

Questa me la faccio subito, inverno o non inverno!!!
ciao loredana

Anna Luisa e Fabio dijo...

Mi ispira tantissimo questa zuppa!Adoro le banane^^
Fabio

๓คקเ ☆ dijo...

E' la zuppa più intrigante che abbia visto in questo contest!!! :-9

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails

ShareThis